Tag "rischio" 31 risultati

La consapevolezza dell’emergenza

di Simone Arcagni

Possono i nuovi media, la comunicazione multimediale e i sistemi di archiviazione digitale fare qualcosa per il problema dei disastri ambientali e del dissesto idrogeologico in Italia? Pare proprio di si! A partire, per esempio, dalla comunicazione, che è il primo step verso la denuncia, la cura e la prevenzione. In questa direzione si muove Dissesto Italia, che è un web documentario sul rischio idrogeologico in Italia: una maniera efficace per comunicare, sensibilizzare e promuovere atti...

Permalink

Il senso della barca a vela

di Luca Tremolada

Roberto Bosi non è un giovane startupper, ha 49 anni, una famiglia e dei figli. Tre anni fa ha deciso di investire tutti i suoi risparmi, circa 50mila euro, in  Inoxsail una startup che si occupa di barche a vela. “L’ho fatto con il consenso della mia compagna altrimenti non sarei andato da nessuna parte”, mette subito in chiaro l’architetto. Quella di Inoxsail, diciamolo subito, non è salito storia di successo. O almeno non lo è ancora. Proprio per questo vale la...

Permalink

Incidenti aerei: come è andato il 2013

di Luca Chittaro

Il 2014 si apre con l'usuale pubblicazione delle statistiche sugli incidenti aerei avvenuti nell'anno precedente. E le notizie, soprattutto per chi ha paura di volare o si interessa di sicurezza dell’aviazione civile, sono ottime. Il 2013 segna infatti un nuovo record nel calo del numero di vittime da incidenti ad aerei di linea che, durante tutto l'anno e in tutto il mondo, sono state 265 (nel 2012 le vittime furono 457, nel 2011 furono 507, nel 2010 furono 831, nel 2009 furono 757)....

Permalink

Incidenti aerei: come è andato il 2013

di Luca Chittaro

Il 2014 si apre con l'usuale pubblicazione delle statistiche sugli incidenti aerei avvenuti nell'anno precedente. E le notizie, soprattutto per chi ha paura di volare o si interessa di sicurezza dell’aviazione civile, sono ottime. Il 2013 segna infatti un nuovo record nel calo del numero di vittime da incidenti ad aerei di linea che, durante tutto l'anno e in tutto il mondo, sono state 265 (nel 2012 le vittime furono 457, nel 2011 furono 507, nel 2010 furono 831, nel 2009 furono 757)....

Permalink Commenti (2)

DOPO IL VAJONT: COME È CAMBIATA LA SENSIBILITÁ COLLETTIVA TRA RISCHIO E AMBIENTE

di Massimiano Bucchi

In questi giorni numerosi interventie commenti hanno ricordato, in occasione del cinquantesimo anniversario, latragedia del Vajont. Un dramma che ha segnato non solo la memoria collettiva,ma la più generale consapevolezza e sensibilità nel nostro rapporto con ilrischio e l’ambiente, inserendosi in trasformazioni sociali e culturaliprofonde. Esattamente un anno prima si era materializzato nelle librerieamericane un libretto dall’apparenza anonima. L’autrice, Rachel Carson, nonfaceva parte...

Permalink

Incidenti aerei: come è andato il 2012

di Luca Chittaro

Il 2013 siapre con un’ottima notizia per chi ha paura di volare o si interessa disicurezza dell’aviazione civile. Il bilancio dell’anno appena conclusosi indicache il 2012 è stato un anno eccezionalmente sicuro, con il minor numero (23) diincidenti con vittime registrato dal 1945 ad oggi.Inoltre, siconferma lo scenario del 2010 ed anche del 2011: gli incidentiaerei con vittime del 2012 non coinvolgono le tradizionali compagnie europee e continuanoad accadere soprattutto in specifiche aree...

Permalink

Incidenti aerei: come è andato il 2011

di Luca Chittaro

Gli incidenti aerei fatali avvenuti nel 2011 continuano a preservare le compagnie europee (se si esclude il caso controverso discusso più avanti),  come era avvenuto nel 2010 (ma non nel 2009).  I tre eventi più catastrofici del 2011 sono stati lo schianto di un Boeing 727 dell’Iran Air proveniente da Tehran (nel tentativo di un atterraggio di emergenza),  l'impatto contro il terreno in fase di atterraggio di un Boeing 727 della Hewa Bora Airlines in Congo e, sempre in fase di...

Permalink

Un’applicazione Facebook contro gli incendi domestici

di Luca Chittaro

Gli incendi domestici non fanno notizia e sono relegati tipicamente alle cronache provinciali dei giornali. Considerato come funziona la percezione del rischio, si finisce così per ritenerli un pericolo di scarsa importanza che non ci riguarda. Ma in Italia, secondo le statistiche ufficiali dell’International Association of Fire and Rescue Services, si verificano in generale circa 200'000 incendi all’anno con 457 vittime (112 morti e 345 feriti). E va aggiunto che queste statistiche non...

Permalink Commenti (2)

Radioattività a Udine

di Luca Chittaro

  Venerdi' scorso avevo concluso la registrazione di valori di radioattivita'  svolta come esperimento di citizen science. Nei due giorni successivi, mi sono arrivati alcuni messaggi da conoscenti del tipo "com'e' la situazione oggi?", molto preoccupati a causa di un certo modo di dare informazione. In particolare, hanno suscitato apprensione certi titoli di apertura di news che dicevano "Giappone: rilevati livelli di radioattivita' un milione di volte superiori alla norma". Capisco che i...

Permalink

Allarme Fukushima: non si trovano piu' contatori geiger

di Luca Chittaro

Uno degli effetti certi e senza precedenti storici (non era accaduto a questo livello nemmeno per il disastro di Chernobyl)  della psicosi Fushima e' che in tutto il mondo non si trovano piu'  contatori geiger neanche a pagarli a peso d'oro.Il motivo di questo fenomeno e' che i venditori specializzati e le aziende produttrici di questo settore di nicchia sono letteralmente sopraffatte da una mole di richieste di informazioni e di ordini e si trovano in una situazione non gestibile. Alcuni dei...

Permalink Commenti (1)