Tag "percezione" 24 risultati

Per una comunicazione responsabile: la funzione del linguaggio tra arbitrarietà e ambiguità

di Piero Dominici

La realtà in cui viviamo e agiamo è una realtà che tendiamo a percepire come “naturale”, così come spesso identifichiamo come “naturali” processi che, al contrario, sono “culturali” e che scaturiscono da complesse dinamiche di produzione sociale dei codici e dei simboli condivisi. Possiamo senz’altro affermare che questa realtà empirica è la risultante di un processo di semiosi illimitata in cui questa viene totalmente e completamente “etichettata”: in altri termini, il...

Permalink

L’Aquila…memoria e oblio: paradigma dell’ecosistema comunicativo tra nuova rischiosità del rischio e (vecchia) questione culturale

di Piero Dominici

In uno scenario mediatico che, in questi anni, ha rasentato il silenzio assordante per tante ragioni, favorendo l’oblio dell’impegno e delle responsabilità, e che avrebbe dovuto, non solo oggi, dare ben altro spazio e visibilità ad uno dei (tanti) disastri non solo “naturali” (penso ai casi dell’Emilia Romagna e della Sardegna, soltanto per fare due esempi), non potevo non sottolineare – oltre al contributo, nelle pagine interne, di Walter Siti, Cinque anni dopo. Ritorno a...

Permalink

Incidenti aerei: come è andato il 2013

di Luca Chittaro

Il 2014 si apre con l'usuale pubblicazione delle statistiche sugli incidenti aerei avvenuti nell'anno precedente. E le notizie, soprattutto per chi ha paura di volare o si interessa di sicurezza dell’aviazione civile, sono ottime. Il 2013 segna infatti un nuovo record nel calo del numero di vittime da incidenti ad aerei di linea che, durante tutto l'anno e in tutto il mondo, sono state 265 (nel 2012 le vittime furono 457, nel 2011 furono 507, nel 2010 furono 831, nel 2009 furono 757)....

Permalink Commenti (2)

Incidenti aerei: come è andato il 2013

di Luca Chittaro

Il 2014 si apre con l'usuale pubblicazione delle statistiche sugli incidenti aerei avvenuti nell'anno precedente. E le notizie, soprattutto per chi ha paura di volare o si interessa di sicurezza dell’aviazione civile, sono ottime. Il 2013 segna infatti un nuovo record nel calo del numero di vittime da incidenti ad aerei di linea che, durante tutto l'anno e in tutto il mondo, sono state 265 (nel 2012 le vittime furono 457, nel 2011 furono 507, nel 2010 furono 831, nel 2009 furono 757)....

Permalink Commenti (2)

Incidenti aerei: come è andato il 2012

di Luca Chittaro

Il 2013 siapre con un’ottima notizia per chi ha paura di volare o si interessa disicurezza dell’aviazione civile. Il bilancio dell’anno appena conclusosi indicache il 2012 è stato un anno eccezionalmente sicuro, con il minor numero (23) diincidenti con vittime registrato dal 1945 ad oggi.Inoltre, siconferma lo scenario del 2010 ed anche del 2011: gli incidentiaerei con vittime del 2012 non coinvolgono le tradizionali compagnie europee e continuanoad accadere soprattutto in specifiche aree...

Permalink

Incidenti aerei: come è andato il 2011

di Luca Chittaro

Gli incidenti aerei fatali avvenuti nel 2011 continuano a preservare le compagnie europee (se si esclude il caso controverso discusso più avanti),  come era avvenuto nel 2010 (ma non nel 2009).  I tre eventi più catastrofici del 2011 sono stati lo schianto di un Boeing 727 dell’Iran Air proveniente da Tehran (nel tentativo di un atterraggio di emergenza),  l'impatto contro il terreno in fase di atterraggio di un Boeing 727 della Hewa Bora Airlines in Congo e, sempre in fase di...

Permalink

Ansia e Paura: quali le differenze?

di Luca Chittaro

Ansia e Paura sono diventate recentemente di interesse anche per chi si occupa del design di nuove tecnologie. Per fare un paio di esempi concreti, questi due stati emotivi sono centrali per progetti di ricerca completamente diversi nei quali sono coinvolto, quali l’uso dei serious game per l’addestramento a situazioni di emergenza (nel quale bisogna usare la tecnologia per creare anche gli stati emotivi di paura ed ansia che caratterizzano tali situazioni) oppure il design di app di...

Permalink

Marketing e Morte: l’impacchettatrice di cadaveri

di Luca Chittaro

  Provate ad indovinare che cos’è il prodotto che viene consegnato alla cliente nella foto qui sopra… Nessuna idea?Prima di rivelarvelo, una considerazione generale. Mentre nell’epoca pre-Web ognuno di noi aveva facile accesso al materiale promozionale dei soli beni di maggior consumo, un aspetto interessante della rete è che - per qualsiasi prodotto realizzato sulla faccia della terra, anche il più strano e di nicchia – il relativo materiale promozionale è li disponibile in pochi...

Permalink Commenti (2)

Radioattività a Udine

di Luca Chittaro

  Venerdi' scorso avevo concluso la registrazione di valori di radioattivita'  svolta come esperimento di citizen science. Nei due giorni successivi, mi sono arrivati alcuni messaggi da conoscenti del tipo "com'e' la situazione oggi?", molto preoccupati a causa di un certo modo di dare informazione. In particolare, hanno suscitato apprensione certi titoli di apertura di news che dicevano "Giappone: rilevati livelli di radioattivita' un milione di volte superiori alla norma". Capisco che i...

Permalink

Allarme Fukushima: non si trovano piu' contatori geiger

di Luca Chittaro

Uno degli effetti certi e senza precedenti storici (non era accaduto a questo livello nemmeno per il disastro di Chernobyl)  della psicosi Fushima e' che in tutto il mondo non si trovano piu'  contatori geiger neanche a pagarli a peso d'oro.Il motivo di questo fenomeno e' che i venditori specializzati e le aziende produttrici di questo settore di nicchia sono letteralmente sopraffatte da una mole di richieste di informazioni e di ordini e si trovano in una situazione non gestibile. Alcuni dei...

Permalink Commenti (1)