Tag "videogame" 419 risultati

Little Big Planet ritorna e porta nuovi amici

di Luca Tremolada

Little Big Planet non è un videogioco campione di incassi ma piace tanto lo stesso in particolare alle mamme, alle maestre e ai giornalisti. Per le prime tre categorie il motivo è presto detto. Little Big Planet riflette l’idea di creatività degli adulti. Per gli ultimi della lista (i giornalsti) piace perché è un gioco che si racconta bene. Quella dei creatori Media Molecule è una bella storia da raccontare.  Nascono come una startup videoludica diversa dalle altre. Prima di essere...

Permalink

Kevin Spacey gioca alla guerra del futuro

di Luca Tremolada

Jonathan Irons il ceo del più grande esercito privato mondiale è Frank Underwood di House of Card. Il cattivo interpretato sempre da Kevin Spacey nel nuovo Call of Duty (uscito a inizio mese per console e pc) è ispirato al politico senza scrupoli della serie tv prodotta da Amazon. Oddio, il profilo piscologico è un po’ tagliato con l’accetta, esageratamente megalomane e senza il carisma e l’acume del protagonista di House of Card. Tuttavia funziona comunque. Anzi, per la...

Permalink

Sunset Overdrive l’opera punk-rock un po’ troppo di plastica

di Luca Tremolada

Immaginate di giocare a uno sparatutto su uno skateboard. Di sfrecciare con un cannone dalla forma equivoca sui cavi sospesi di una città in balia di orridi mutanti tempestati di pustole e   E magari di giocare non esattamente nel pieno delle proprie facoltà, con quell’ottimismo che si incontra solo nel corso di serate tra amici. Ecco sappiate che non siete neppure vicini alla bizzarrie esuberante di Sunset Overdrive. L’esclusiva per Xbox One è uno shooter free roaming,...

Permalink

L’Ombra di Mordor illumina l’orco

di Luca Tremolada

La Terra di Mezzo: L’Ombra di Mordor ha un pregio. Inquadra quello che personalmente a me interessa di più della saga del Signore degli Anelli: la società degli orchi. Gli Uruk, le loro gerarchie, i difetti, le battute, il linguaggio. Oddio, non è un manuale di sociologia. Ma è la cosa più pruriginosa di un gioco che ha anche altri meriti. Primo fra tutti quello di aver saputo prendere il meglio di altri giochi di successo , innovando quel tanto che basta da eliminare il senso di dejà...

Permalink

When we go tired of all this vision

di Paola Liberace

Chi guarda non necessariamente vede, si sa. Eppure, quando si tratta di pubblicità, questa continua ad essere l’assunzione di fondo: il fatto di mostrare un’immagine continua ad essere equiparato alla sua acquisizione ed assimilazione, più o meno forzata, da parte degli spettatori.A lungo questa è stata la legge del business televisivo, prima di estendersi a Internet attraverso i nuovi dispositivi, soprattutto mobili. Fino ad arrivare ai mobile games, che secondo alcuni...

Permalink

La città della luce

di Emilio Cozzi

Da “Hospital Evil” a “Daylight”, nosocomi e centri di igiene mentale sono un’ambientazione sempre più in voga fra i videogiochi. Ciò che distingue “The Town of Light”, avventura in prima persona ambientata nell’ex ospedale psichiatrico di Volterra, è il lavoro di documentazione svolto dalla piccola software house che lo sta sviluppando, la fiorentina Lka.it.http://nova.ilsole24ore.com/wordpress/wp-admin/edit.php?post_type=galleryAtteso nei primi mesi del 2015 per Windows, Mac...

Permalink

Il business delle emozioni

di Anna Volpicelli

Biofeedback, sensori e analytics.  Come noi usiamo la tecnologia, la tecnologia ci usa. Riempiano la nostra casa di sensori per migliorarne la sua efficienza, renderla più pratica e in sintonia con le varie esigenze quotidiane. Gli smartphone ci permettono di lavorare, creare ed essere connessi ventiquattro ore su ventiquattro. Per costruire tutto questo comfort attorno a noi la tecnologia studia, analizza e usa le nostre emozioni per aiutare aziende a migliorare i loro prodotti. Mette sul...

Permalink

Tecnologie della Persuasione: Approfondimenti

di Luca Chittaro

Sul Sole 24 Ore (pag. 11, inserto Nòva) di domenica scorsa (15 Giugno), è apparsa una serie di 4 approfondimenti che ho scritto sui trend più recenti delle tecnologie persuasive, area nella quale sto conducendo diversi progetti di ricerca. Nuovi trend che hanno in comune un aspetto “coperto”: il messaggio persuasivo non è facilmente riconoscibile ma è convogliato attraverso nuovi tipi di stimoli. Si parla ad esempio di persuasione subliminale, ambientale, ludica e robotica. Dato...

Permalink

La fantascienza in prima persona

di Luca Tremolada

E’ certamente il gioco più atteso e non solo perché rischia di costare mezzo miliardo di dollari. Destiny è un mondo. Una saga fantascientifica a forma di sparatutto.  Dietro c’è Activision che vuole fortissimamente creare una nuova gallina dalle uova d’oro come Call of Duty. Ma soprattutto  Bungie, i creatori di Halo.  La novità  è nella scelta di connettere due genere, quello dei giochi di azione in prima persona e i mondi virtuali. Non sarà una arena multiplayer...

Permalink

Apocalisse a New York

di Luca Tremolada

Tom Clancy’s The Division uscirà nel 2015 quindi è presto per valutarlo ma solo il trailer è uno spettacolo da pelle d’oca.E’ natale a New York ma la città è nel caos per l’ennesimo (l’idea non originalissima) virus. Division è un gioco tattico dove saremo chiamati a muoverci in una splendida (si fa per dire) città semidistrutta per difendere i sopravvissuti da violenze e morte. Nelle sequenze giocate, mostrate durante l’E3, si è potuto apprezzare...

Permalink